venerdì 16 giugno 2017

VOLO 21-39 ovvero Strani Incontri



L’aereo sta per decollare.  Seduta al suo posto, Lea ascolta il rullio dei motori spinti alla massima potenza.
Trattiene il fiato fino a quando avverte che il velivolo si stacca da terra per raggiungere le nuvole e passare oltre.
“Chissà cosa hanno provato i primi uomini, quando sono riusciti nell’ impresa che Leonardo aveva solo immaginato  “ pensa.
Si rilassa appoggiata allo schienale del suo seggiolino. E’ stanca, la settimana di lavoro fuori sede è stata impegnativa.  Fortunatamente non ci sono altri passeggeri accanto a lei, non è obbligata quindi a conversare.
Ha appena chiuso gli occhi quando, sente un fruscio di carta croccante che la fa sobbalzare.
Nota un passeggero seduto nel seggiolino alla sua sinistra.
“ Che strano tipo “ non può fare a meno di pensare Lea. L’uomo indossa un mantello di velluto bordeaux ricco di passamanerie dorate e sta facendo degli schizzi col carboncino su un blocco di fogli.
La voce dell’ hostess al microfono spiega le manovre in caso di emergenza.
Lea osserva il suo bizzarro vicino di viaggio che continua a usare velocemente il carboncino sui fogli.
<< Che strani disegni >>  gli dice << Sembra un enorme vite di legno con le ali >>
E’ convinta che il primo  assomigli vagamente ad un elicottero o ad un aereo.
<< Questi voleranno >> afferma deciso l’uomo.
Si guardano. Lui ha una fronte spaziosa, capelli e barba lunghi e curati ma sono gli occhi a colpire  Lea, occhi che brillano di una luce particolare.
<< Questo >> continua mostrandole un disegno sul suo blocco << ho sempre creduto che avrebbe potuto volare >>
" Che sciocchezza "pensa Lea  "Certo che avrebbe volato, ci siamo seduti sopra".
La voce dell’hostess invita i passeggeri a togliere le cinture di sicurezza. L’aereo è atterrato.
Lea si volta ma l’uomo che le era seduto accanto non c’è più.
" L’avrò sognato " pensa ma poi rimane perplessa  nel guardare lo strano carboncino da disegno  che le è rimasto in mano

                                                         Azzurrocielo

4 commenti:

  1. Brava!
    Ma chi sarà questo signore?????? ;) ahhahahhhahaha
    sarebbe bello eh poter fare certi incontri!

    RispondiElimina
  2. Se per te va bene, vengo io con te al prossimo decollo. Non ho la palandrana bordeax con passamanerie dorate; la mia è blu di Parigi di splendido velluto veneziano con bordature argentate. Non uso carboncino ma sanguigna e una stecca di grafite pura, ma i miei disegni sono anche molto persuasivi.
    Ti basto?

    RispondiElimina

Grazie per la tua visita e per il tuo commento